V

Vacanze in Italia: viaggio nell’artigianato

Il nostro tour tra le bellezze del Belpaese ci porta in Toscana: una regione con un ricco patrimonio culturale, artistico e architettonico. Tra le tante ricchezze ci sono anche prodotti realizzati a mano, testimoni della tradizione antica di questo territorio.

Terra natìa di grandissimi artisti come Leonardo, Donatello, Dante e Botticelli, la Toscana ha un patrimonio artistico e culturale che fonda le sue radici in epoche lontane.

Produzioni rare, ispirate alle caratteristiche di ogni area geografica, in piena armonia con un paesaggio a misura d’uomo.
Territorio ricco di piccole realtà artigiane, nei borghi come nelle strade delle sue città, attraverso una serie di itinerari appositamente ritagliati sul territorio è possibile, ancora oggi, viaggiare alla scoperta di antichi mestieri, storie e personaggi per conoscere e ammirare il lavoro dei “maestri artigiani”, all’interno delle loro botteghe.

Una delle più antiche e note forme di artigianato in Toscana, risalente al Medioevo, è quella della ceramica di Montelupo, cittadina posta sulle rive dell’Arno, il cui terreno è ricco d’argilla. Durante il Rinascimento la produzione raggiunse standard qualitativi elevati, ispirata, com’era, dalle opere dei maestri delle Arti Maggiori di Firenze.
I più importanti committenti erano le famiglie fiorentine stesse attraverso le quali i manufatti di Montelupo si spandevano nelle residenze nobiliari di tutta l’Europa.
Secondo l’uso del colore e del motivo, i decori potevano appartenere alla “famiglia verde”, a quella “floreale gotica”, a quella “a zaffera”, fino a “le grottesche” e alla seicentesca decorazione detta “gli arlecchini”.

Un altro importante derivato dell’argilla lavorata con particolari tecniche è la terracotta, resa celebre dall’eccellente produzione che se ne fa a Impruneta. Anche in questo caso la tradizione risale al Medioevo. Caratteristici, oltre ai vasi di ogni foggia e dimensione, sono gli orci che un tempo servivano per contenere olio e vino. Nel corso dei secoli la terracotta fu anche utilizzata per ricoprire tetti, decorare facciate e ornare giardini dando vita ad una tradizione ancora presente oggi, sia nell’edilizia che nell’arredamento interno ed esterno.

Chi, invece, non conosce il marmo bianco, puro, privo di venature, di Carrara, dai cui grandi blocchi Michelangelo scolpì il David e La Pietà? Lo sfruttamento delle cave iniziò dai tempi della Roma Imperiale e non si è mai più interrotto. L’architettura, l’edilizia, l’arredo e l’arte, devono moltissimo al marmo di Carrara, ma anche il settore metalmeccanico, con la produzione di macchinari altamente innovativi per l’escavazione e la lavorazione di graniti.

Vivi un’estate tutta Made in Italy, vivi l’estate Chateau d’Ax!

Trova il negozio più vicino a te per scoprire l’eccellenza dei prodotti Chateau d’Ax, con sconti fino al 50% in pronta consegna per tutto luglio.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *