Lorem

Divani di design e correnti artistiche: dagli anni ’20 agli anni ’70

Il design d'interni come la moda rispetta delle logiche cicliche. Le tendenze che hanno segnato la storia del design d'interni entrano nelle nostre case. Possiamo cedere alla tentazione di seguire le tendenze del design, l'importante è saper fare i giusti abbinamenti senza esagerare. Vi invitiamo a mettervi comodi e godervi questo viaggio alla scoperta dei nostri divani di design, attraverso gli stili e le diverse correnti artistiche che hanno scritto le regole del design di interni.

Eleganza decorativa

L' Art Nouveau corrente degli anni 20 del 1900 conosciuta in Italia come stile Liberty porta con se movimenti floreali. L’accentuata eleganza decorativa dalle linee dolci e sinuose si intrecciano armoniosamente. Possiamo notare una raffinata stilizzazione della natura che si contrappone alla modernità, con uno stile romantico e sognante. Il divano  Golden ricorda questo stile con i suoi piedini metallici, nella versione in velluto sarà il giusto compromesso per essere moderno senza rinunciare alle linee morbide.

Lo stile essenziale tedesco

La Bauhaus fondata come scuola nel 1919 in Germania dall'architetto Walter Gropius si proponeva di integrare l'insegnamento delle arti applicate, arte e tecnologica. Successivamente divenne un vero e proprio stile d’arredamento, che aveva tra gli altri come obiettivo quello di eliminare qualsiasi forma floreale, morbida e ridondante. Questo nuovo stile punta all'essenzialità e ad un rigore unico senza lasciare spazio a fronzoli. Si poteva e si può riconoscere tutt'oggi per linee pulite, semplicità, forme scarne, ampie vetrate e l’uso di materiali “moderni". Tra i divani di design quello che può ricordare questo stile è il modello Universal con le sue linee nette e definite sottolinea l'idea minimalista di un’architettura “moderna”.

Colore, comfort e stampe floreali

Colore, carta da parati e ancora colore! Gli anni ’50 rappresentano la rinascita del secondo dopoguerra. Il progresso che porta gli elettrodomestici nelle case degli italiani e la modernità sono sinonimo di benessere e di comfort. Colori vivaci, forme bombate e stampe floreali la fanno da padrona nella case degli italiani che guardano al grande sogno americano. Funzionalità, comfort, modularità, sono quindi le parole chiave dell’arredamento anni ‘50. Questo periodo vede il trionfo di due stili quello americano e  quello scandinavo, ma anche la nascita del design italiano. Con le sue linee morbide ed in versione angolare, è Il nostro modello America che ricorda questo periodo dove tutto sembrava possibile e bastava poco per sognare in grande.

Arredamento plastico

Gli anni ’70 sono caratterizzati dalla fusione di forme psichedeliche e minimalismo puro. Durante questo decennio le pareti restano colorate in contrapposizione con pavimenti a scacchi bianco e nero. Le tinte sgargianti si fondono con l'utilizzo del legno, cemento levigato e pietre naturali. In questo periodo le stampe macro e l'optical la fanno da padrona. L’utilizzo di bianco e neroforme geometriche e soprattutto di linee orizzontali e verticali, invadono le case degli italiani. Poltrone e divani iniziano a subire una trasformazione rispetto agli anni '50, diventando più lineari nelle forme, tendendo al minimalismo. Tra i nostri divani di design quello che ricorda questo periodo è il modello Austin, minimalista ed elegante.

Dopo questo viaggio alla scoperta delle correnti artistiche ti invitiamo a venirci a trovare nel punto vendita più vicino a te per scegliere il modello che fa al caso tuo sapendo già a cosa ispirarti. 

Leggi anche

Chateau d'Ax logo
Chateau d'Ax logo

Chateau d'Ax logo
Storia

Made in Milano,
designed for the world

ChateauMag è un’idea di Chateau d’Ax, storica azienda nata nel cuore della Brianza nel 1948. La grande passione per il lavoro, l’artigianalità del mestiere, la sensibilità per la qualità e la cura nel servizio sono i valori che abbiamo sempre coltivato negli oltre 70 anni della nostra storia. Valori che diventano cultura, che ci rendono un’eccellenza italiana e che ci stimolano a creare prodotti sorprendenti, diffusi in oltre 80 Paesi nel mondo.

Iscriviti