Lorem

Letture d'autunno

Con l’abbassarsi delle temperature e l’accorciarsi delle giornate, l'autunno è la stagione ideale per gli amanti dei libri.

Spesso l’autunno, nelle pagine dei libri, è sinonimo di malinconia. Questo è il sentimento che pervade “Persuasione” di Jane Austen, tra le scrittrici più misteriose che siano mai esistite.

Anne, figlia di un Lord, e Frederick, ufficiale di marina, si amano, ma la ragazza si lascia persuadere dalla famiglia a rinunciare all'innamorato, di natali troppo umili. Frederick scompare per sette anni; quando torna, è un uomo ricco e influente, ma ancora pieno di rancore per essere stato abbandonato. Ormai donna, Anne si rende conto di averlo sempre amato: ma farà molta fatica a superare l'ostilità e il risentimento dell'uomo.

Nel corso del romanzo, Anne si gode lo spettacolo delle foglie cadute mentre cammina per strade nebbiose, tra siepi ingiallite, osservando la natura che cambia.

Ci sono libri che non invecchiano mai, come “Marcovaldo ovvero Le stagioni in città” di Italo Calvino, pubblicato per la prima volta nel 1963. I venti racconti sono associati alle stagioni, ecco il perché del sottotitolo, e hanno tutti protagonista il buffo e sensibile Marcovaldo, manovale squattrinato, con tanta nostalgia per il mondo naturale che la città ha soffocato. In particolare, nel racconto “La pioggia e le foglie”, Calvino racconta del protagonista che si prende cura di una piantina con tanta dolcezza.

Ray Bradbury, innovatore del genere fantascientifico, scrisse una serie di novelle ambientate nei luoghi della sua infanzia: le piccole cittadine dell'immutabile Middle West agricolo. E a queste 'cronache terrestri' diede il titolo di "Paese d'ottobre", perché in ottobre la luce del sole declina facendo sfumare gli oggetti quotidiani tra le ombre ed è allora che, dietro le apparenze più comuni, ci è dato di vedere il fatto straordinario che spalanca la possibilità di realtà misteriose e di mondi diversi, nascosti dietro la facciata sonnacchiosa della provincia americana.

L’autunno nel Vermont è lo sfondo di “Dio di illusioni”, opera della grande scrittrice americana Donna Tartt. Siamo nel Vermont, in un college assai raffinato, dove incontriamo cinque ragazzi, tutti ricchi, indolenti e viziati, e un professore che su di loro esercita una pervasiva seduzione intellettuale. Fuori soffia il vento e la stagione più fredda è alle porte; dentro, il torpore, la noia. Ma qualcosa si nasconde nella memoria dei giovani, sopraffatta da eccessi, da illusioni, da qualcosa di oscuro. Che cosa? Leggilo per scoprirlo.

L’autunno è anche la stagione perfetta per dedicarsi a storie magiche, di vampiri e fantasmi. Questo libro racconta di tre donne che scoprono di possedere poteri soprannaturali: è “Le streghe di Eastwick” di John Updike. La storia narra delle belle e pericolose divorziate Alexandra, Jane e Sukie, che tutti gli uomini amano alla follia, trasgressive e incuranti di ciò che gli altri pensano di loro. Ma quando nel loro sobborgo di provincia arriva Darryl Van Horne da Manhattan, uomo misterioso e affascinante, qualcosa è destinato a cambiare nelle loro annoiate vite di streghe.

Da questo romanzo, è stato tratto il celeberrimo film del 1987 diretto da George Miller, con protagoniste Michelle Pfeiffer, Susan Sarandon e Cher.

Il luogo ideale dove accoccolarti con un bel libro? Un divano Chateau d’Ax con movimento relax.

Vieni a scoprire il modello più giusto per te. Buona lettura!

Leggi anche

Chateau d'Ax logo
Chateau d'Ax logo

Chateau d'Ax logo
Storia

Made in Milano,
designed for the world

ChateauMag è un’idea di Chateau d’Ax, storica azienda nata nel cuore della Brianza nel 1948. La grande passione per il lavoro, l’artigianalità del mestiere, la sensibilità per la qualità e la cura nel servizio sono i valori che abbiamo sempre coltivato negli oltre 70 anni della nostra storia. Valori che diventano cultura, che ci rendono un’eccellenza italiana e che ci stimolano a creare prodotti sorprendenti, diffusi in oltre 80 Paesi nel mondo.

Iscriviti